sabato 24 marzo 2012

Una persona in più

Io so già come andrà a finire.

L'ho capito dal modo in cui saluti persone che conosci appena, da come sorridi a tutti, dall'ansia di quando mi chiedi qualcosa al telefono. L'ho capito dal modo in cui ascolti in silenzio, e quando parli dopo un po' ridi, di te stessa e delle tue parole, dei discorsi che non riesci a finire, delle strade che non ricordi mai, degli alcolici che non reggi; ne ridi perché temi le risate di chi hai attorno, hai paura che ti scherniscano, e allora fingi che tu stia scherzando, che tu stia dicendo una cosa ridicola apposta, per far divertire gli altri.

So già come andrà. L'ho capito dal modo in cui lavori. Se il tuo dirigente ti assegna una pratica alle quattro del pomeriggio e la vuole entro sera, tu non vuoi fargli pensare che hai impiegato troppo tempo a completarla, e hai paura che entri nella stanza e ti chieda a che punto sei, poi ti domandi quali difficoltà possono mai esserci in un compito così semplice e alla fine ti dica di lasciar perdere perché ormai è inutile.

Ne hai paura come avevi paura di deludere tuo padre con i tuoi bassi voti in inglese, come temevi sempre il suo giudizio sui ragazzi con cui uscivi e che invitavi la domenica a pranzo, mentre eri in tensione e non concedevi nessun gesto d'affetto al tuo fidanzato per non generare riprovazione o gelosia nel capofamiglia, che hai visto come irraggiungibile sin da quando eri una bambina: con una posizione dirigenziale in ufficio, impeccabilmente vestito nel suo completo in giacca e cravatta, è sempre informato su tutto, temevi a interromperne le lettura del giornale o la visione dei notiziari in TV, e le sue parole in casa non si discutevano, punto.

Tutto questo nonostante tu sia una bella ragazza, dolce, gentile, educata, istruita, di buona famiglia e capace sul lavoro.

Ecco perché so già come andrà a finire. Ti troverà un uomo dal carattere forte, e deciderà che sei roba sua. Tu ti sentirai attratta dalla sua sicurezza, dal suo affrontare gli altri a muso duro, dal suo cinismo, dal non farsi scrupoli, dal non fermarsi di fronte a nulla, tirando dritto per la sua strada passando sopra gli altri se necessario senza guardare in faccia nessuno. Tu ti sentirai onorata del fatto che abbia scelto te come compagna di vita, o così penserai. A letto ti farà sentire come nessun altro prima di lui, toccandoti e baciandoti e leccandoti con il giusto tocco, come se ti conoscesse da sempre. Prenderà le cose migliori di te e le sfrutterà, e tu ne sarai felice. Nelle sue mani, sarai un cane che segue l'addestratore: ti sgriderà, magari ti picchierà per il tuo bene, così capirai cos'è meglio per te. Se lui ti desse un manuale di istruzioni da seguire per non farlo irritare, tu ti alzeresti un'ora prima ogni mattina per studiarlo; purtroppo lui lo riscriverebbe dall'oggi al domani, anzi, da un minuto all'altro.

Un giorno lui litigherà con te e ti lascerà e tu chiederai a te stessa cosa hai sbagliato. Forse è stato quando non hai saputo rispondere a una sua domanda due giorni prima, o quando sei arrivata in ritardo di dieci minuti all'ultimo appuntamento, o perché hai dimenticato di prendere il latte al supermercato, o perché non sei abbastanza bella, non ti curi, ti sei fatta vedere nei momenti peggiori: la mattina appena alzata, in bagno, nei giorni in cui stavi male e quelli in cui stavi così male e lui ha dovuto badare alla casa al posto tuo. Sarà tutto inutile comunque, non ci sarà niente che tu possa fare per recuperare: la stessa determinazione che ti ha attratto in lui, lo porterà lontano da te. Lui, che negli ultimi giorni non alzava neanche più la voce, ormai deluso da te e dalla vostra storia.

Cosa farai allora? Riprenderai i contatti con le tue amiche, con cui vi siete perse di vista anche a causa sua? Cercherai il tuo migliore amico dei tempi del liceo per sfogarti con lui, magari davanti a un aperitivo, con la scusa che è tanto che non vi vedete? Penserai che il tempo è passato inesorabilmente e ti sentirai sola? Ti farai un nuovo taglio di capelli, un nuovo colore, una mastoplastica, un viaggio per dimenticare?

Io so già come andrà a finire, e non muoverò un dito per evitarlo.

Perché?

Perché dovrei farlo? Tu avrai occhi solo per lui e non crederesti a una sola parola, anzi mi odieresti perché ti metterei di fronte alla verità, quella che tu non vuoi conoscere, come non crederai ai segnali che le tue amiche cercheranno di mandarti, non troppo espliciti per lo stesso motivo. In più, io magari comincerei ad affezionarmi a te e alla cura che ti dedicherei per farti evitare quello sbaglio che comunque commetteresti, e così soffrirebbe una persona in più.

Come vedi il cinismo non manca neanche a me.

Questa è Radio Free Mouth, io sono SpeakerMuto e sto ascoltando "Mary Jane" di Alanis Morissette. Voi fate come cazzo vi pare.

15 commenti:

  1. Risposte
    1. ahahhahaah ok ci sta! Il mio era un entusiasta apprezzamento, ammetto che non era chiaro , ma d'istinto mi è venuta quella parola, sei bravissimo Speaker. Smack

      Elimina
    2. Grazie Lillina, smack a te :^)

      Elimina
  2. Stai cercando di passare per cinico? Beh sappi che io non ci credo ;-)

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. Mercì, ma come scrivete bene tutti voi! :^)

      Elimina
  4. Ovvia, posso respirare. D'un fiato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hombre, in apnea su Radio Free Mouth. Con lui, c'è Sector.

      Elimina
  5. Oggi questo post non mi ci voleva.
    Ma tu scrivi sempre alla grande...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giovy, mi spiace se ha avuto un effetto nefasto.

      Elimina
    2. E' la mia vita che ogni tanto prende vie nefaste... :)

      Elimina
  6. mmm...penso...che sia giusto sbagliare, sopratutto quando non si ha consapevolezza...oppure non si voglia vedere...
    bravo SM anche per la colonna sonora
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, il senno di poi è una scienza esatta, l'amore rende ciechi ma anche sordi ecc. ecc.

      Per le colonne sonore: certe volte penso di scrivere il contorno ad esse e non viceversa.

      Ciao cara S.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...